EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Stufato di capra

    Per 4 persone: 1 kg di carne di capra a piccoli pezzi,1 litro di vino bianco, 25 cl di vino Rossese di Dolceacqua giovane, mezzo kg di fagioli borlotti, 2 carote,2 gambi di sedano, 2 cipolle, 2 spicch...

    A scuola vestiti da Napoleone o Ipazia? Un liceo ha usato il cosplay come metodo di studio: lo vorreste nelle nostre scuole?

    Un’idea che sarebbe lecito... copiare!Grazie a questo fenomeno i giovani stanno anche risc...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    edizione cartacea, tempo libero

    di Michela De Rosa | 09 Novembre 2015 | in categoria/e edizione cartacea tempo libero

    A Barcellona con Santa&Raimmondo:tra cattedrali con le oche (vere!), quartieri "dolcissimi", prosciutti "salatissimi", antichi ‪‎luna park‬ e souvenir che fanno... la pupù

    A Barcellona con Santa&Raimmondo:tra cattedrali con le oche (vere!), quartieri "dolcissimi", prosciutti "salatissimi", antichi ‪‎luna park‬ e souvenir che fanno... la pupù

    Cosa accade se una milanese giramondo, amante del bello e del bon ton sposa un fontanino, pantofolaio, amante del grottesco e del boccaccesco? Scopritelo nelle folli avventure di Santa & Raimmondo!

    Seguiteci sulla pagina facebook e sul profilo Twitter

    Ed ecco com'è la città vista da lei e da lui!

    R: Il benvenuto te lo da’ la Torre Agbar! - Arrivando dall’autostrada ecco il benvenuto: iniziamo bene! Pare sia stata ispirata dai rilievi che circondano Barcellona e dalla forma di un geyser che si innalza verso il cielo. Mah, secondo me l’autore ha trovato ispirazione in un sexy shop! 

    S: La folle Casa Batlló - Nel 1904 Josep Batlló, altolocato industriale del tessile, affidò a Gaudí l'incarico di rimettere a nuovo un modesto palazzo sul Passeig de Gràcia, l'arteria principale del quartiere modernista dell’Eixample, zona eletta dalla borghesia dell'epoca quale sede dei propri spettacolari palazzi. Gaudí lo stravolse, creando questo incredibile edificio.  L’ingresso costa 21,5 Euro (ci sono card con gli sconti, vedi box pag. seg.) ma qui non si tratta di “vedere un palazzo”, bensì di fare un’esperienza unica che vi porta nell’epoca dello sfarzo nonché nel genio assoluto di Gaudì, tra ceramiche, legni curvi, scale pazzesche, soffitti a vortice e dove persino il vano dell’ascensor (foto in mzzo), il tetto e il suo terrazzo sono vere opere d’arte che vi lasceranno senza parole.




    S: Sagrada Familia - La Cattedrale più visionaria, mistica, incredibile, sorprendente, folle che possiate mai visitare. Per questa sua creazione Gaudì si meritò l’appellativo di “architetto di Dio” e già solo avvicinandovi dalla strada capirete che è più che meritato. Non ci sono foto che possano rendere anche solo lontanamente la meraviglia della realtà: non vi resta che andare di persona, che da sola vale il viaggio a Barcellona.

    S: Nella Cattedrale di Santa Eulalia ci sono... le oche!? - Se chiedete indicazioni per “la Cattedrale di Barcellona” e intendete la Sagrada Familia sappiate che vi manderanno dalla parte opposta della città! La Cattedrale cittadina è infatti quella, ben più antica, di Santa Eulalia. E’ il cuore del Quartiere Gotico ed entrando vi sembrerà di essere in un libro fantasy. Ciò non toglie che si tratta di luoghi di culto e pertanto richiedono rispetto: infatti all’ingresso c’è un rigido controllo dell’abbilgiamento, tenetelo a mente se ci andate in estate. Ma a stupirvi ancora di più sarà il chiostro, dove si respira un’atmosfera immaginifica tra colonne, riflssi di candele, statue del presepe a grandezza naturale (se è periodo) e oche vere che scorazzano!

    S: Quartiere Sarrià, tra bellezze... e golosità - E’ stato l’ultimo villaggio ad essere annesso a Barcellona (1921) e il quartiere ha quindi “l’aspetto di un villaggio”, con un fascino ed una personalità unici. Quando ci siamo andati c'era anche un mercatino di prodotti tipici e artigianali. Oltre al Tibidabo di questo quartiere sono molto note le pasticcerie e noi ovviamente abbiamo dovuto testare direttamente! Eh, cosa non si fa per il dovere di cronaca...


    R: Il Patanegra, un salume davvero... salato! - Lo Jamón ibérico o pata negra o carna negra è un prosciutto proveniente dal maiale di razza iberica ed è considerato un prodotto di alta cucina. E lo spero bene, visto che si aggira sui 100 Euro al chilo e arriva anche a quasi 400! In ogni caso se trovate la scritta Bellota 100% Iberico Puro Bellota significa che è 100% razza pura certificata con allevamento in libertà e alimentazione con ghianda (bellota), quindi il top. Insomma, prima di entrare in salumeria e chiedere un panino col prosciutto informatevi bene!


    S: A caccia di trattorie casalinghe! - Dopo giorni di “tapas e paella”, volevamo mangiare sano e trovandoci nel Barrio Gotico (ossia il quartiere Gotico) siamo entrati per caso al Pirineus, una piccola trattoria caratteristica in Carrer de Duran i Bas 3: l’atmosfera è deliziosa, si sta tutti un po’ appiccicati “come un tempo” e i sapori sono quelli della loro tradizione culinaria, tra cui delle ottime minestre (finalmente!). Ci torneremo!


    S: Tibidabo il Luna Park delle favole! - E’ il secondo più antico d’Europa (dopo quello di Vienna) e si respira una bellissima atmosfera vintage. C’è la ruota panoramica da dove si gode davvero di un panorama incantato su tutta la città fino al mare, la giostra antica con i cavalli ma anche attrazioni mozzafiato a strapiombo! Si trova infatti in cima alla collina che domina la città, si raggiunge in auto e bus ma il bello è andarci prendendo prima l’antico Tram Blau e poi la funicolare! Per andare sulle giostre si paga un unico biglietto di ingresso (tipo Gardaland) e ci sono pacchetti che comprendono i mezzi di trasporto. Inaspettatamente, alle spalle delle giostre sorge imponente la bellissima chiesa del Sacro Cuore di Gesù, dove (a pagamento) potete anche salire sul campanile e godere di una vista ancora più mozzafiato.




    R: Caganer, il souvenir che fa... la cacca - Questo tipico souvenire ha suscitato la mia voglia di approfondire la tradizione catalana. Anche perchè non avevo mai visto Super Mario Bros intento in avventure così ardite. Il caganer è una caratteristica statuina catalana, raffigurante una persona intenta a defecare. La tradizione lo fa risalire al XVII e XVIII secolo, ovvero nel pieno dell’epoca barocca: allora raffigurava un abitante della campagna vestito con il costume tradizionale catalano. Per gli scaramantici è fonte di fortuna ed allegria mentre non collocarlo nel presepe può essere causa di sventura. Da tempi più recenti è stato attualizzato con le sembianze di personaggi della politica e dello sport, ma anche con figure caratteristiche della società contemporanea. Beh, se cercate un souvenir fuori dagli schemi lo avete trovato.


    INFO UTILI


    > Barcelona card: i musei e le attrazioni sono piuttosto cari e anche i mezzi pubblici non scherzano, quindi informatevi sulle varie card con le quali pagate un pacchetto e poi avete libero accesso a tutto o quasi: da €45 per 3 giorni a €60 per 5 giorni.> Info Point:e trovate diversi sparsi per la città e parlano tutte le lingue. E comunque lo spagnolo si capisce benissimo! dovete trovare un alloggio, prenotare il bus turistico o cercare un museo o piazza? Avete bisogno di mappe della città e informazioni turistiche generali? Questi sono i posti giusti! Ne trovate diversi sparsi per la città e parlano tutte le lingue.

    > Bus turistici: noi abbiamo utilizzato il Barcelona Bus Turistic, che con 3 linee (rossa, blu e verde) copre tutti i monumenti e le attrazioni. Fate un biglietto e poi salite e scendete quando e come volete, risparmiando un sacco di tempo e imparando anche a conoscere la città: verrete infatti dotati di cuffiette in cui ascoltare tutte le spiegazioni su strade, quartieri e storia della città. 1 giorno € 24, 2 giorni €34.


    > Negozi: ce ne sono davvero per tutti i gusti: stravaganti, eleganti, carissimi e convenienti. E la cosa migliore è che di giorno potete dedicarvi alle visite turistiche e riservare le varie compere alla sera visto che qui chiudono alle 23/24.00! Una pacchia.




    > Sicurezza: prima di partire abbiamo letto un po’ di blog e siamo arrivati convinti che almeno una rapina l’avremmo subita, invece il nostro soggiorno è stato del tutto tranquillo. In centro e sulla Rambla poi sarete “scortati” dalle migliaia di persone per strada fino a notte (in foto, la folla intorno alle 23.00!) Certo, se girate con una macchina fotografica da 1000 euro al collo, il portafoglio in vista e la borsa aperta beh, forse vi scipperanno. Come in Italia.

    > Parcheggi: nella zona centrale di gratuiti per strada ce ne sono pochissimi ed è praticamente obbligatorio lasciare l’auto nei tantissimi parcheggi sotterranei: se vi fermate molti giorni potete contrattare il prezzo.

    > Strade: sono un po’ pericolose, tanto che il Comune avvisa i pedoni con esplicite scritte per terra. Quindi occhio agli attraversamenti e prudenza se guidate.

    NEI CERCHI DELLA PIANTINA TROVATE SEGNATI I LUOGHI CITATI, COSI' POTRETE FACILMENTE ORIENTARVI!

    Il nostro reportage di Barcellona non finisce qui... alla prossima puntata!

    Seguite Santa & Raimmondo sulla pagina facebook! e sul profilo Twitter

    Tratto da CORFOLE! del 11/2015, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    metzli:

    Molto utile e divertente!


    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      BUONMESE di Giansandro Rosasco - Terremotati (si nasce)

      Sto giro voglio parlare dei terremotati, non delle povere anime del centro Italia ma dei personaggetti che non perdono occasione per dimostrarsi tali. Da quella del Gr...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...