EDIZIONE
CARTACEA
  • SFOGLIA
  • SCARICA
  • ARTICOLI
  • TEMPO LIBERO

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    IL MERCATINO DEL LEVANTE
    • VENDO mobile sala/cucina con ta...
    • VENDO camera matrimoniale lett...
    • VENDO vendesi girello ortopedic...
    • VENDO vendesi cassapanca legno ...
    • VARIE cerco appassionato automo...
    • VENDO legna secca di faggio alt...

     

    Bedini Elettrodomestici

     

    Leani Ardesie

    AZIENDE DEL TERRITORIO

     

    By IDT-Midero

    UTILITÀ

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    attualità

    04 Aprile 2011 | in categoria/e attualita

    Quando la strada ce la potevamo fare da soli - Chiavari-S. Maria del Taro: l'inglese, la strada, la fabbrica e la prima corriera

    Quando la strada ce la potevamo fare da soli - Chiavari-S. Maria del Taro: l'inglese, la strada, la fabbrica e la prima corrierala prima corriera

    Ci sono legami veramente interessanti tra Santa Maria del Taro e Chiavari. Li ha recentemente illustrati il fotografo Domenica Rota nell’ambito della rassegna culturale “Il giardino della conoscenza” presso la chiesa di sant’Antonio a Chiavari. Rota ha vissuto gran parte della sua infanzia in questo paese e attraverso foto e documenti (tra questi, il libro “Il Monte Penna” di Giovanni Marchesi, curato dall’Associazione ricerche Valtaresi Emmanueli) ha ripercorso una storia dai numerosi risvolti. Innanzitutto, la frequentatissima strada che oggi collega S. Maria del Taro a Chiavari è stata realizzata interamente da un privato, un italo-inglese, Henry De Thierry, che di tasca propria realizzò la ciclopica (almeno per quei tempi!) opera a fine 800.
    Il motivo? Interessi diversi: Thierry a Genova era vice console e seguiva diverse attività, quindi aveva tutti i motivi per far realizzare una via che portasse verso ponente. E pensare che a Bedonia non c’era ancora nessuna strada: Chiavari interessava maggiormente che altre località parmensi, basate più sull’agricoltura. La nascita della strada portò anche alla realizzazione di una linea bus diretta Chiavari - Santa Maria del Taro. Non solo. Lo stesso Henry (oggi ricordato a S. Maria del Taro con un busto davanti alla Chiesa e tra l’altro realizzato, guarda caso, da un chiavarese, lo scultore Ersanilli) ha avuto il merito di essere direttore ed azionista del primo insediamento industriale di tutta la provincia. La Società italiana per le industrie chimiche di cui lui era direttore si dedicò infatti alla distillazione del legno di faggio -il territorio ne era ricco- per produrre acido pirolegnoso greggio da cui si poteva ricavare alcol metilico, acido acetico e catrame. Al termine del processo di distillazione restava il carbone di legna, anch’esso prezioso e ricercato perché così purificato non lasciava residui catramosi e non emanava cattivi odori: in pratica sul Penna, con lui, è nata la prima industria chimica, unica nel suo genere in Italia!
    Per fornire energia elettrica all’industria, Thierry ha allestito a circa 2 km da Santa Maria del Taro, a Pianazzo, un’officina elettrica poi ceduta all’Uee, che è diventata il punto di partenza per tutto l’impianto elettrico di Santa Maria del Taro e per l’elettrificazione di tutta l’Alta Val Taro. Mica poco. Memorabile la ciminiera che spiccava vicino alla chiesa di S. Maria del Taro, purtroppo demolita tra lo scontento del paese. Ancora oggi le due centraline idroelettriche create per far funzionare l’insediamento industriale del legno sono funzionanti. In quella di Strinabecco è rimasto, ricorda Rota, l’odore e il fascino di un tempo: di quando gli uomini non davano per scontato niente e lavoravano duro, vivendo con semplicità e gioia ogni miglioramento. Anche questa è storia.

    Tratto da CORFOLE! del 4/2011, con 25.000 copie gratuite: la testata più diffusa del Levante © Riproduzione vietata


     


    I commenti dei lettori
    Non sono ancora presenti commenti

    Lascia il tuo commento

    *verrai automaticamente iscritto alla newsletter per ricevere mensilmente gli aggiornamenti.

    Acconsento al trattamento dei dati - dlg. 196/03
    1) CONFERIMENTO DATI / CONSENSO
    I dati conferiti attraverso l'invio della scheda, sono destinati ad essere utilizzati e trattati per i fini del servizio in oggetto.
    Il conferimento dei dati personali è facoltativo. Il conferimento e il relativo consenso sono condizioni essenziali per l'accettazione del servizio. In caso di rifiuto del consenso il servizio non sarà erogato.
    2) CONSERVAZIONE PROTEZIONE DATI
    I dati sono conservati (attraverso mezzi digitali) in una banca dati di proprietà di IDT-Midero e dei relativi Responsabili del trattamento. Tali banche dati sono organizzate e gestite secondo quanto previsto dalle vigenti normative.
    3) TRATTAMENTO DATI
    I dati sono trattati da dipendenti e/o professionisti e/o incaricati e/o collegati a e da IDT-Midero , ad eseguire le attività di gestione o a svolgere operazioni tecniche occorrenti per la miglior organizzazione informatica degli archivi.
    4) COMUNICAZIONI
    I dati potranno essere comunicati da IDT-Midero esclusivamente a soggetti suoi clienti che le abbiano conferito un incarico di ricerca e selezione ed a società proprie collegate o controllate.
    5) DIRITTI DELL'INTERESSATO
    L'art. 7 del Dlgs. n.196/2003 conferisce all'interessato l'esercizio di specifici diritti, quali ad esempio:

    - il diritto di ottenere dal titolare del trattamento dei dati la conferma dell'esistenza o meno di dati personali che lo riguardano e la messa a disposizione dei medesimi in forma intelligibile;
    - il diritto di conoscere l'origine dei dati, la logica e le finalità su cui si basa il loro trattamento;
    - il diritto di ottenere la cancellazione, la trasformazione in forma anonima o il blocco dei dati trattati in violazione della legge, come pure l'aggiornamento, la rettificazione o, qualora l'interessato vi abbia interesse, l'integrazione dei dati medesimi;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte, per motivi legittimi, al trattamento dei propri dati personali ancorchè pertinenti allo scopo della raccolta;
    - il diritto di opporsi in tutto o in parte al trattamento previsto ai fini di informazione commerciale o di invio di materiale pubblicitario.

    Per ciascuna richiesta di cui all'art. 7 del Dlgs n. 196/2003, può essere chiesto all'interessato, ove non risulti confermata l'esistenza di dati che lo riguardano, un contributo spese, non superiore ai costi effettivamente sopportati, secondo le modalità ed entro i limiti stabiliti dal Dlgs n.196/2003, art.10, comma 7, 8 e 9.
    I diritti riferiti ai dati personali concernenti persone decedute, possono essere esercitati da chiunque vi abbia interesse. Nell'esercizio dei diritti di cui all'art. 7, l'interessato può conferire, per iscritto, delega o procura a persone fisiche oppure ad associazioni.

    Le richieste ex art. 7 Dlgs n.196/2003 potranno essere inoltrate all'indirizzo info at corfole.com , oppure Tel/Fax 0185.938009
    USCIRE

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

    Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

    L'AIUOLA
    di Giansandro Rosasco

      Vai alla rubrica

      IL TAPPIRO D'ARDESIA

      Vai alla rubrica

      LA PAROLA AGLI ESPERTI

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...

      TUTTO SUL BONUS GIOVANI COPPIE

      La legge di stabilità 2016 ha introdotto, a favore delle giovani coppie, un incentivo fiscale per l’acquisto di mobili destinati all’arredo della lo...

      DICIAMOCELO

      Corfole si rinnova, partecipa alla trasformazione!

      Nove anni di noi, diciannove di “giornalino rosa” e tante novità in arri...